Palazzo delle Albere

Palazzo delle Albere a Trento

Palazzo delle Albere, sembra più una fortezza che una villa la residenza suburbana di Cristoforo Manuzzo che ne affidò il progetto a un architetto militare.

Danneggiato nel 1796 da un incendio, nel quale andarono perduti parte dei bellissimi cicli pittorici a tema umanistico, il palazzo fu in seguito destinato a caserma, cascinale e perfino a fienile.

Oggi vi ha sede il Museo d'Arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto.

Nelle sale sono esposti a rotazione circa 1700 opere tra disegni, dipinti, incisioni e sculture che coprono un arco di tempo racchiuso tra il secondo decennio dell'Ottocento e i giorni nostri.

Tra le opere di maggiore interesse sono da segnalare quelle di Segantini, Bonazza, Boccioni, Depero, e Prampolini, ancora, Martini, Tozzi, Carrà, Marino Marini e Veronesi.

Intensa è anche l'attività espositiva temporanea, con iniziative rivolte sia al settore storico che a quello contemporaneo.