Palazzo Pretorio

Palazzo Pretorio a Trento

Palazzo Pretorio, a Trento, simultaneamente al Duomo fu innalzata la residenza episcopale, destinata a funzioni giudiziarie nel '300, quando i vescovi si spostarono nel castello del Buonconsiglio.

Oggi i saloni dell'edificio, alla cui sinistra si erge la Torre civica non accolgono più giudici e avvocati, bensì il Museo Diocesano tridentino, volto a decorare la storia del Concilio e la produzione artistica locale.

La raccolta annovera collezioni di pittura di scultura e di oreficeria. Il pezzo forte dell'istituzione è rappresentato dagli arazzi di Bruxelles, acquistati da Bernardo Cles per abbellire l'aula delle sessioni conciliare.